Protezione Civile

 

12189899_1058735887510106_6624620878376749505_n

Il volontariato di protezione civile è nato sotto la spinta delle grandi emergenze che hanno colpito l’Italia negli ultimi 50 anni: l’alluvione di Firenze del 1966 e i terremoti del Friuli e dell’Irpinia, sopra tutti. Una grande mobilitazione spontanea dei cittadini rese chiaro allora che a mancare non era la solidarietà della gente, ma un sistema pubblico organizzato che sapesse impiegarla e valorizzarla. Il volontariato di Protezione Civile unisce, da allora, spinte di natura religiosa e laica e garantisce il diritto di essere soccorso con professionalità

Il Servizio Nazionale della Protezione Civile è stato istituito con la legge n. 225 del 24 febbraio 1992 ed è coordinato dal Presidente del Consiglio dei ministri.
La Protezione civile è adesso un sistema di istituzioni, organi ed enti che operano in modo coordinato e coerente, per tutelare la comunità dalle calamità naturali e dalle catastrofi tecnologiche.

Da alcuni anni, esiste anche in Toscana, un vero e proprio sistema di protezione civile regionale a cui partecipano istituzioni e associazioni di volontariato.

Questo settore è ormai da tempo uno dei più importanti per le Pubbliche Assistenze. Sviluppatosi nel corso degli anni, anche attraverso le emergenze , partendo dall’Irpinia e dal terremoto di Assisi e Nocera Umbra fino ai terremoti dell’Aquila e dell’Emilia, per raggiungere il più recente terremoto del Centro Italia del 2016, oltre ad alluvioni e altre emergenze.

Per la nostra associazione, il Nucleo Operativo di protezione Civile è un settore relativamente nuovo, che però si basa su anni di presenza e attività costante dell’associazione sul territorio.

Esso è costituito prevalentemente da volontari che vengono formati per intervenire sul soccorso di natura logistica, sul soccorso sanitario nelle maxiemergenze, e su emergenze di varia natura come:

  • terremoti, alluvioni, allagamenti tata
  • prevenzione e tutela della comunità
  • prevenzione e soccorso in grandi manifestazioni
  • ricerca dispersi (tramite le nostre unità cinofile da soccorso e ricerca) e soccorsoin altri ambiti di vario genere.
  • Intervento presso Sisma Centro Italia nei mesi di Agosto e Ottobre/Novembre 2016

  • Intervento per disinnesco ordigno esplosivo nel luglio 2016 sotto il coordinamento della Prefettura di Pistoia

  • Convocazione da parte del Coordinamento Provinciale Pubbliche assistenze per “Emergenza vento” nel marzo 2015

  • Partecipazione a tutte le edizioni del progetto intercomunale “ A scuola di protezione civile”

  • 21 ottobre 2013 convocazione da parte del comune per assistenza a evacuati della frazionemimi-e-coco

          Stazione (Allestimento brandine presso spazio Nerucci)

  • 30 Novembre / 1 Dicembre 2012 Campo ANPAS Massa Carrara

  • 19 novembre 2012 Emergenza alluvione Albinia

  • 12 novembre 2012 Emergenza alluvione Massa Carrara

  • Luglio 2012 campo regionale ANPAS San Possidonio in occasione del sisma

  • I° maggio 2012 supporto logistico concerto I° maggio Roma

  • Aprile 2009: campo di ANPAS Acquasanta (AQ) in occasione del sima

Il gruppo operativo si prefigge l’obbiettivo di salvaguardare ed aiutare la popolazione ovunque vene sia bisogno attraverso i propri volontari, i propri mezzi e le proprie attrezzature

Il gruppo è in possesso dei seguenti mezzi ed attrezzature:fili

  • Fuoristrada 4×4 Tata Telcoline

  • Gruppo elettrogeno

  • Motopompa autoadescante

  • Kit emergenza vento, costituito da n°2 motoseghe più i necessari DPI

  • Torre faro

Molti dei volontari hanno seguito percorsi formativi organizzati direttamente alle istituzioni e da ANPAS, volti ad aumentare il bagaglio di conoscenze relative all’argomento.

Alcuni volontari del gruppo, possiedono il titolo di “Comunicatore Io Non Rischio”,

rilasciato direttamente dal Dipartimento di Protezione Civile Nazionale per la divulgazione delle buone pratiche in caso di terremoto e/o alluvione, altri possiedono il titolo di “Operatore base di Protezione Civile” rilasciato dalla Regione Toscana

Molteplici sono le situazione di formazione , informazione o addestramento a cui i volontari sono invitati a partecipare. Il continuo aggiornamento assicura prontezza di intervento e preparazione dei volontari.

Se alcuni quindi, non si sentono adatti o pronti per fare volontariato nell’emergenza sanitaria, possono sempre venire a trovarci o contattarci per maggiori informazioni. La Protezione Civile ha bisogno di tutte le professionalità che quotidianamente incontriamo nella nostra vita: idraulici, elettricisti, ingegneri, architetti, cuochi, magazzinieri, personale sanitario etc etc.

In più, che si tratti di un lavoratore autonomo o dipendente, lo stato, tramite il DPR 194 del 2001 prevede che ognuno usufruisca del mantenimento del trattamento economico e previdenziale per tutti i giorni ufficiali di servizio che sono stati prestati presso i servizi di Protezione Civile.

Intervenire bene e rapidamente in caso di calamità e disastri naturali, per portare soccorso e prima assistenza; lavorare alla prevenzione, per fare in modo che eventi potenzialmente molto distruttivi costino quanto meno possibile in termini di vite e di danni; coinvolgere tutti i cittadini, con attività informative, perché tutti sappiano davvero cosa fare nelle circostanze più pericolose.

Tutto questo è la protezione civile!

Se vuoi maggiori informazioni sul sistema di protezione civile nazionale puoi visitare il sito http://www.protezionecivile.gov.it

Se vuoi conoscere in maniera più approfondita il sistema regionale di protezione civile invece visita il sito http://www.regione.toscana/protezionecivile

Per contattare la Protezione Civile scrivere a pc@crocedoromontale.org

Pin It on Pinterest

Share This